top of page
05.jpg

Onde

performance in produzione

da un'idea di Compagnia Teatrale Petra

curatela Vania Cauzillo, Antonella Iallorenzi, Alessandra Maltempo

con Graziana Palazzo, Laura Sacco, Margherita Valtorta

composizione Tommaso Ussardi

design delle scene Gabriella Mastrangelo 

cura tecnica Angelo Piccinni

co-produzione di Compagnia Teatrale Petra, Compagnia Teatrale L'Albero, Orchestra Senzaspine

liberamente ispirato a Suzy Lee, L’onda, Corraini Edizioni (© 2008 Suzy Lee)

 

performance realizzata nell'ambito del programma Boarding Pass Plus 2022-24 del Ministero della Cultura,

dedicato alle reti di soggetti operanti nello spettacolo dal vivo

“Onde” è la seconda tappa di una trilogia di ricerca e produzione artistica sul tema del limite della Compagnia Teatrale Petra ispirato ai Silent Book dell’illustratrice coreana Suzy Lee, un progetto destinato ad un pubblico di bambini e ragazzi e nello specifico a tre diverse fasi di crescita alle quali vengono dedicate tre differenti performance. Dopo IN totheborder (tratto dal testo "Ombra"), questo secondo lavoro si ispira al libro “L'Onda” in cui l’autrice racconta una storia semplicissima e allo stesso tempo complessa: quella di una bambina e del suo incontro con il mare che la porta ad attraversare un confine, a fare esperienza, a conoscere.

Lo spettacolo nasce da un lavoro di ricerca musicale (artistica e pedagogica) specifico sulla fascia 0-3 anni  per la creazione di un’opera musicale fruibile non solo attraverso l’udito, ma anche la vista, il movimento, il tatto e sviluppato all’interno del Progetto “Grow - Inclusive Opera” e finanziato all’interno del programma Boarding Pass Plus 2022-24 del Ministero della Cultura.


In “Onde” il mare è l’elemento naturale che contiene e risveglia una serie di emozioni e stati d’animo contrastanti: la curiosità, la fascinazione, la voglia di giocare, ma anche l’ignoto, la paura, il bisogno di scappare.
Ma il mare, attraverso quello che è lo strumento di esplorazione e  di conoscenza del sé e del mondo che è del gioco, segna anche il confine tra reale e immaginario. Il limite, quindi, non come linea invalicabile, ma come superamento necessario alla trasformazione che cambia e lascia sempre in dono un tesoro da custodire.

 

Produzione di teatro musicale con voce e strumenti dal vivo
Pubblico 0-3 anni
Durata studio: 30 minuti

per info
bottom of page