Presidenza della Giunta

Compagnia Teatrale Petra è promotore

Compagnia Teatrale Petra  -  via Roma 21   85050   Satriano di Lucania  |  C.F. 96070380769  |  P. IVA 01832220766  |  info@compagniateatralepetra.com  |  +39 328 7245860

© Compagnia Teatrale Petra. Tutti i diritti sono riservati        |                                           |                                          |     

TEATRO OLTRE I LIMITI

DOWNLOAD

Progetto di inclusione sociale e lavorativa

in collaborazione con Officina Fixa

direzione artistica Antonella Iallorenzi

direzione tecnica Angelo Piccinni

segreteria Stefania Sagarese

organizzazione Teresa Pascale
logistica Mara Camera
ufficio stampa Kaleidoscopio Edizioni di Rocco Perrone

Ambito inclusione sociale e beni pubblici del bando “Nuovi Fermenti”  della Regione Basilicata

Sezione maschile della Casa Circondariale di Potenza

Il progetto Teatro oltre i limiti rientra nell’ambito inclusione sociale e beni pubblici del bando “Nuovi Fermenti” e ha come obiettivo principale, secondo il Protocollo d’Intesa per una maggiore promozione del Teatro in Carcere in Italia, quello di realizzare in ogni regione una Scuola di formazione professionale di arti e mestieri collegati al Teatro, al Cinema, all’Arte e alla Cultura in generale all’interno degli Istituti penitenziari.

 

Il carcere rappresenta simbolicamente e concretamente il margine di una società multirazziale, è lo specchio che ne riflette gli aspetti più fragili: è essenziale che culture, lingue, etnie, diversità imparino a incontrarsi senza infrangersi.

Il progetto Teatro oltre i limiti prevede le seguenti fasi di realizzazione:

  • Laboratorio teatrale di formazione attoriale

  • Labaratorio di illuminotecnica e scenotecnica teatrale

  • Spettacolo finale a termine dei due laboratori

  • Incontri di formazione, per un pubblico esterno, con figure operanti nel settore cultura spettacolo ma anche con filosofi, politici e tecnici sulle realtà teatrali e non in carcere.

 

Il progetto, si prefigge i seguenti obiettivi:

  • proporre la sperimentazione e la realizzazione di un servizio con elevato carattere di creatività ed innovazione;

  • favorire e sostenere percorsi di apprendimento e consolidamento delle conoscenze e capacità tecniche, creative e innovative legate al teatro stimolando le capacità emotive, cognitive e di relazione rompendo le dinamiche di routine attivate dalla detenzione;

  • avvicinare i partecipanti ai metodi e alle tecniche utilizzate negli allestimenti teatrali dal punto di vista dell’illuminotecnica e della scenotecnica;

  • fornire gli strumenti per una professione spendibile nel nuovo panorama teatrale e cinematografico sia regionale che extraregionale;

  • favorire l’incontro tra esterno e interno del carcere per chiarire, riflettere e immaginare nuove forme di dialogo tra le due realtà.